La prima delle due gare del quinto appuntamento della Blancpain GT Series Asia, in programma questo fine settimana sul circuito di Shanghai, è stata caratterizzata da un misto di bagnato-asciutto che ha creato non poca confusione.

In queste condizioni Alberto Di Folco è riuscito a centrare l’11° piazzamento assoluto, chiudendo inoltre sesto nella Silver Cup con la Lamborghini Huracán GT3 del team FFF Racing by ACM che ha diviso come sempre con l’australiano Aidan Read.

Non si può dire che per il pilota romano le cose siano andate come sperava, ma in ogni caso c’è ancora tempo per fare meglio e va comunque sottolineato che non proprio tutto è filato questa volta liscio. A sostenere il primo “stint” di guida è stato infatti il suo compagno di squadra, avviatosi settimo e poi scivolato nono prima di compiere il pit stop, lasciando così il volante allo stesso Di Folco.

Il romano ha completato tutto il suo turno con le slick, anche se l’asfalto era ancora un po’ umido. “La vettura vibrava tanto e aveva dei problemi allo sterzo tirando verso sinistra, probabilmente a causa di un contatto avuto proprio da Aidan  nelle prime fasi di gara – ha spiegato Di Folco – Ho dovuto svolgere uno “stint” al limite e l’undicesima posizione finale è quanto era possibile fare oggi”.

Gara 1 pertanto parzialmente falsata dai fattori esterni per Di Folco, che domani proverà a rifarsi in Gara 2, cercando di ritornare sul podio. Gara 2 che lo vedrà avviarsi 15° e che scatterà alle 13.45 ora locale, con il live streaming su http://www.blancpain-gt-series-asia.com.