Un debutto senza pretese e soprattutto senza alcun test alle spalle, che si è invece tradotto quasi in un podio per Alberto Di Folco. Al Paul Ricard, il 22enne pilota romano ha esordito nell’International GT Opencentrando subito, assieme al suo compagno di squadra Stefano Costatini, il quarto posto della PRO-AMed il nono assoluto con la Lamborghini Huracán GT3del team Target Racing.

Dopo avere fatto segnare il tredicesimo responso nel primo turno di qualifiche di questa mattina, è stato proprio Costantini a prendere oggi il via, rendendosi autore di un ottimo “stint” iniziale prima di cedere il volante nel corso dei pit stop a Di Folco.

Quest’ultimo ha quindi proseguito la rimonta iniziata dal suo compagno di squadra, anche se un contatto con l’altra Lamborghini di Riccardo Agostini, poi penalizzato di cinque secondi, ha finito per rallentarlo.

“Sono soddisfatto delle nostre prestazioni e di quelle della vettura – ha commentato Di Folco -Il mio rammarico è però di non essere potuto salire sul podio. Avevamo il passo giusto per finire tra i primi tre della PRO-AM, ma quel contatto alla fine mi è costato caro”.

Domani la seconda sessione di prove cronometrate da mezzora prenderà il via alle 9.40 e vedrà scendere in pista proprio Di Folco, mentre Gara 2 (60 minuti) è in programma alle 14.15 con lo streaming su www.gtopen.net.