Quella di Spa è senza discussione la mia pista preferita. Sappiamo di avere il potenziale giusto per far bene”. È un Alberto Di Folco più determinato che mai, quello che affronterà questo weekend il terzo dei sette appuntamenti dell’International GT Open. 

A Hockenheim, due settimane fa, il giovane romano è stato tra i più veloci in assoluto. In Germania suo il miglior tempo al termine delle due sessioni di prove libere; poi, in qualifica, è arrivato il quarto migliore responso.

Al volante della Lamborghini Huracán GT3 Evo del team Raton Racing by Target divisa con Christoph Lenz, Di Folco ha tuttavia raccolto meno di quanto avrebbe potuto. Ciò a causa di una serie di circostanze, incluso il contatto in cui il pilota svizzero è rimasto incolpevolmente coinvolto in Gara 2. 

In Belgio si cercherà tuttavia di voltar pagina una volta per tutte. Del resto con il tracciato di Spa-Francorchamps, Di Folco ha avuto sempre un “feeling positivo” molto particolare. Lo scorso anno, al suo debutto nella 24 Ore, vi ha conquistato il secondo posto di classe proprio con una Lamborghini. Sul circuito delle Ardenne nel 2014 vi ha messo a segno una vittoria nel Lamborghini Super Trofeo Europa, facendo suo alla fine di quella stagione il titolo PRO-AM. L’anno seguente, sempre nel monomarca riservato alle vetture della Casa di Sant’Agata Bolognese, ha ottenuto una vittoria ed un secondo posto con la Huracán. Nel 2018 è stata invece una penalità a privarlo del podio nella seconda gara del GT Open.

E adesso il 23enne pilota romano rinnova la sfida sugli oltre sette chilometri del tracciato belga. Una sfida che inizierà venerdì con le prove libere. Sabato la prima sessione di qualifica prenderà il via alle ore 11.20, con Gara 1, quella della durata di 70 minuti, in programma alle ore 16.45. Domenica mattina, a partire dalle ore 10.35, si svolgerà il secondo turno di qualifica. Gara 2 (60 minuti) scatterà infine alle 15.05, sempre con il live streaming sul sito internet gtopen.net.